Comunicación oral del Dr. Angelo Castrorao, miembro del LAAC (EEA, CSIC), en el congreso internacional «Perchement et réalités fortifiées en méditerranée et en Europe (Ve-Xe siècles)»

El Dr. Angelo Castrorao Barba, miembro del LAAC (Escuela de Estudios Árabes, CSIC), participa en este congreso internacional que se celebra en Roquebrune-sur-Argens (PACA, Francia) entre los días 19 a 25 de octubre de 2019, con la exposición Dopo i paesaggi delle ville: nuove dinamiche insediative e siti d’altura nel mondo rurale della Sicilia tardoantica, bizantina ed islamica (V-X/XI secolo).

Su intervención tendrá lugar el jueves 24 a las 11:30 h.

Resumen

In questo intervento si cercherà di proporre un quadro generale sulle dinamiche insediative e la formazione di siti di altura o fortificati nelle campagne siciliane tra la fine delle ville ed il periodo islamico (V-X/XI secolo). Il cosiddetto ‘sistema agrario tardoantico’ caratterizzò la Sicilia in maniera esemplare tanto da farne una delle regioni del Mediterraneo in cui meglio leggere le manifestazioni materiali della ricchezza delle aristocrazie senatoria e dello sviluppo di grandi agglomerati secondari/villaggi. Questa ‘età dell’oro’ dei possessores e delle loro ville iniziò a subire delle modifiche profonde già a partire dal V secolo, un momento di passaggio significativo in cui iniziarono forse i primi casi di rioccupazione di siti in posizione maggiormente arroccata rispetto al pattern di valle/pianura della piena età imperiale. In Sicilia sono comunque ancora pochi e dubbi i dati sulla presenza di siti fortificati di epoca tardoantica da connettere con certezza al periodo di insicurezza soprattutto causa dalle incursioni dei Vandali. Nella letteratura archeologica sulla Sicilia post-romana è invece il periodo bizantino, ed in particolare l’età thematica dal tardo VII secolo, che fu caratterizzato da fenomeni più consistenti di investimenti del potere pubblico nella costruzione di castra in ambito rurale. Anche le fonti scritte della lunga conquista islamica dell’Isola (AD 827-902) attestano la presenza di molti siti di altura. L’archeologia della presenza islamica in Sicilia ha avuto notevoli progressi negli ultimi anni consentendo di delineare meglio le tendenze insediative tra fine IX e il pieno XI secolo, nonostante ciò i dati su possibili siti fortificati pre-normanni rimangono ancora piuttosto incerti in attesa di futuri approfondimenti della ricerca sul campo.

Programa

Página oficial del congreso

Optimizado para las últimas versiones de: Google Chrome, Internet Explorer y Mozilla Firefox COPYRIGHT © 2016 ESCUELA DE ESTUDIOS ÁRABES | Aviso Legal | Política de Privacidad | Accesibilidad intelligenia-logo Acceder